Post in evidenza

Perché è NECESSARIO fermarsi per poi ripartire. Quando è ora di ristrutturare lo SPAZIO DI LAVORO.

March 13, 2019

1/3
Please reload

La cicoria dei prati, umile ma sempre ottima.

April 10, 2019

 

Fine marzo, inizio aprile, in campagna, nei prati, si vedono signori e signore muniti di borsa ( usare quelle di stoffa o un cestino, please!) e un coltello in mano.

Si va per cicoria, il nome esatto è “tarassaco”.

L’ideale è raccogliere quest’erba appena spunta quando i ciuffi sono teneri e ancora poveri di clorofilla. Si infila il coltello appena sotto il ciuffo e si taglia separandolo dalla radice.

Quando è così tenera l’uso migliore è prepararla in insalata con un uovo sodo, uno spicchio d’aglio, olio buono, aceto e sale.

Ma se si tarda un po’ nella raccolta e la vegetazione è andata avanti la cicoria perde la sua tenerezza e acquista un gusto leggermente amaro. Prima che spunti nel centro il suo caratteristico fiore giallo che si trasformerà poi nel romantico soffione, la si può ancora raccogliere e usare per ottime preparazioni.

La mia idea è quella di preparare una torta salata “svuota frigo”.

Per prima cosa ti serve l’impasto , puoi acquistare la pasta brisée già pronta e distesa oppure prepararla tu piuttosto velocemente. Impasta insieme in una ciotola 150 g di farina, 75 g di burro morbido, 50 g di acqua e mezzo cucchiaino di sale. Prepara un panetto, avvolgilo nella pellicola trasparente e lascialo riposare in frigorifero per almeno mezzora.

 

Nel frattempo pulisci e lava con cura la cicoria di prati, metti sul fuoco una padella con un po’ d’olio e uno spicchio d’aglio, quando soffrigge aggiungi la cicoria e fai appassire. Quanta ne serve? Tieni conto che si riduce tantissimo e dopo i vari assaggi di solito me ne rimane la metà di quello che mi servirebbe. Quindi tieni conto del doppio!

Aggiusta di sale e quando è a posto togli l’aglio e metti in una ciotola.

 

A questo punto apri il frigo e fai il punto di cosa puoi usare. In questa torta salata puoi mettere un uovo, un po’ di panna, dei quadretti di fontina o altro formaggio, cubetti di pancetta o prosciutto, ...

Mescola il tutto, aggiusta di sale e pepe.

 

Distendi con il mattarello la pasta brisée su un foglio di carta da forno e disponila in una teglia tonda facendo attenzione a lasciare un bordo rialzato. Se ti senti particolarmente creativa puoi utilizzare i ritagli per fare delle decorazioni da aggiungerci sopra.

 

Versa il ripieno nella teglia e distribuisci bene, aggiungi una spolverata di parmigiano e metti in forno caldo a 200°C per circa mezzora.

 

Più facile a farsi che a dirsi!

Io l’ho servita su un piatto rettangolare in gres. Prova dare uno sguardo nel mio shop ci sono molte ciotole che ti potrebbero ispirare.

 Se ti interessano ricette facili e veloci da preparare con le erbe spontanee allora leggi il post sulla minestra di ortiche.

 

Iscriviti alla mia newsletter : #slowclayfastfood.

 

Una volta al mese riceverai una newsletter  con piccole ricette da eseguire in pochi minuti con ingredienti semplicissimi e se le vorrai presentare nelle mie ceramiche avrai degli sconti fantastici per acquistarle nel mio shop.

In più ci saranno spunti di riflessione su temi di attualità  come per esempio vivere in un modo più sostenibile, eventi o mercati legati alla ceramica e tantissime altre sorprese.

Iscrivendoti alla newsletter riceverai subito un buono sconto del 30% da utilizzare sul tuo prossimo ordine! Non perdere l'occasione!

 

ISCRIVITI

 

 

 

Please reload

Post recenti

July 10, 2019

Please